RETE INFORMASTRANIERI


HOME PAGE
 
CHI SIAMO
 
   PROCEDURA CON KIT
   VISTI
   PERMESSO DI SOGGIORNO
   PERMESSO DI SOGGIORNO C.E. (EX CARTA DI SOGGIORNO)
   RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE
   CITTADINANZA
   TESTO UNICO - D.L.vo 286
   REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE - D.P.R. 394
   189-LEGGE BOSSI-FINI (AGG. 286)
   LAVORO
   SANITA'
   ISTRUZIONE
   ABITAZIONE
   DOCUMENTI PERSONALI
   MATRIMONIO
   PATENTE
   ASSOCIAZIONI
   CORSI DI LINGUA
   CENTRI DI ACCOGLIENZA
   AGENZIE DI LAVORO INTERINALE
   ENTI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE
   COOPERATIVE PER IL LAVORO
   COMUNI DELLA PROVINCIA
 
   CITTADINI COMUNITARI
   SCHEDE IN LINGUA
   SCHEDE CON PROCEDURE


Carta dei servizi CARTA DEI SERVIZI INFORMASTRANIERI 2014
Modulo suggerimenti e reclami MODULO SUGGERIMENTI-RECLAMI
Guida Pratica GUIDA PRATICA AI PERMESSI DI SOGGIORNO
Guida alla carta di soggiorno GUIDA ALLA CARTA DI SOGGIORNO
Forum FORUM INFORMASTRANIERI
Modulistica MODULISTICA
Reportistica formazione REPORTISTICA
Elenco News ELENCO NEWS
Glossario termini giuridici GLOSSARIO TERMINI GIURIDICI
Orari di apertura dell'ufficio
InformaStranieri
Dal Lunedý
al Venerdý
8,30 - 12,00 Informazioni con Biglietto numerato
compilazione solo su appuntamento
Dal Lunedý
al Venerdý
12,00 - 14,00 Chiusura
Dal Lunedý
al Venerdý
14,00 - 17,30 Informazioni con Biglietto numerato
compilazione su appuntamento
Sabato 8,30 - 13,00 Informazioni con Biglietto numerato
compilazione su appuntamento


statistiche
Versione stampabile del documento
DIRITTO ALL'UNITA' - RICONGIUNGIMENTO FAMIGLIARE
normativa in corso di modifica: in vigore nuovo decreto legislativo dal 5 novembre 2008



Diritto all'unità famigliare - Ricongiungimento

Il diritto a mantenere o a riacquistare l'unita' familiare nei confronti dei parenti stranieri e' riconosciuto agli stranieri titolari di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno rilasciato per  motivi  di  lavoro subordinato o autonomo, ovvero per asilo, per studio, per motivi religiosi o per motivi familiari.

Lo straniero puo' chiedere il ricongiungimento per i seguenti familiari:
- coniuge non legalmente separato e di età non inferiore ai diciotto anni;
- figli minori, anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, non coniugati, a condizione che l'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consenso;
- figli maggiorenni a carico, qualora per ragioni oggettive non possano provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale;
- genitori a carico, qualora non abbiano altri figli nel Paese di origine o di provenienza, ovvero genitori ultrasessantacinquenni, qualora gli altri figli siano impossibilitati al loro sostentamento per documentati, gravi motivi di salute.

Casi di parentela non certamente documentabili:
Ove gli stati di parentela non possano essere documentati in modo certo mediante certificati o attestazioni rilasciati da competenti autorità straniere, in ragione della mancanza di una autorità riconosciuta o comunque quando sussistano fondati dubbi sulla autenticità della predetta documentazione, le rappresentanze diplomatiche o consolari provvedono al rilascio di certificazioni, ai sensi dell'articolo 49 del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 200, sulla base dell'esame del DNA (acido desossiribonucleico), effettuato a spese degli interessati.

Familiare al Seguito
- E' consentito l'ingresso, al seguito dello straniero titolare di carta di soggiorno o di un visto di ingresso per lavoro subordinato relativo a contratto di durata non inferiore a un anno, o per lavoro autonomo non occasionale, ovvero per studio o per motivi religiosi, dei familiari con i quali e' possibile attuare il ricongiungimento, a condizione che ricorrano i requisiti di disponibilita' di alloggio e di reddito di cui al comma 3.
- E' consentito l'ingresso, per ricongiungimento al figlio minore regolarmente soggiornante in Italia, del genitore naturale che dimostri, entro un anno dall'ingresso in Italia, il possesso dei requisiti di disponibilita' di alloggio e di reddito di cui al comma 3.

Requisiti per il Visto
Lo straniero che richiede il ricongiungimento deve dimostrare la disponibilita':
- di un alloggio che rientri nei parametri minimi previsti dalla legge regionale per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ovvero che sia fornito dei requisiti di idoneita' igienico-sanitaria accertati dall'Azienda unita' sanitaria locale competente per territorio. Nel caso di un figlio di eta' inferiore agli anni quattordici al seguito di uno dei genitori, e' sufficiente il consenso del titolare dell'alloggio nel quale il minore effettivamente dimorera'
- di un reddito minimo annuo derivante da fonti lecite non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale aumentato della metà dell'importo dell'assegno sociale per ogni familiare da ricongiungere. Per il ricongiungimento di due o più figli di età inferiore agli anni  quattordici ovvero per il ricongiungimento di due o più familiari dei titolari dello status di protezione sussidiaria è richiesto, in ogni caso, un reddito non inferiore al doppio dell'importo annuo dell'assegno sociale. Ai fini della determinazione del reddito si tiene conto anche del
reddito annuo complessivo dei familiari conviventi con il richiedente.
- di una assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo, a garantire la copertura di tutti i rischi nel territorio nazionale a favore dell'ascendente ultrasessantacinquenne ovvero della sua iscrizione al Servizio sanitario nazionale, previo pagamento di un contributo il cui importo è da determinarsi con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle
politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da adottarsi entro il 30 ottobre 2008 e da aggiornarsi con cadenza biennale, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano

Richiesta del Permesso di Soggiorno
Il permesso di soggiorno per motivi familiari ha la stessa durata del permesso di soggiorno del familiare straniero, in possesso dei requisiti per il ricongiungimento, ed è rinnovabile insieme a quest'ultimo.
Il permesso di soggiorno rilasciato a seguito di matrimonio, celebrato in Italia con cittadini italiani o di uno Stato membro dell 'Unione Europea, ovvero con cittadini stranieri regolarmente soggiornanti, è immediatamente revocato qualora sia accertato che al matrimonio non è seguita l' effettiva convivenza salvo che dal matrimonio sia nata prole.

Che cosa consente 
- l'accesso ai servizi assistenziali
- l'iscrizione ai corsi di studio o di formazione professionale
- l'iscrizione nelle liste di collocamento
- lo svolgimento di lavoro subordinato o autonomo, fermi i requisiti minimi d' età per lo svolgimento di attività di lavoro






Approfondimenti:

VISTO PER MOTIVI FAMILIARI  

RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE


CIRCOLARE MINISTERO INTERNO 15 febbraio 2007

RICONGIUNGIMENTO - DIRETTIVA CE

PROCECURE CHIARIMENTI

CIRCOLARE MINISTERO INTERNO RICHIESTA CON CEDOLINO RINNOVO

VISTI INGRESSO RICONGIUNGIMENTO VALIDAZIONE

DECRETO LEGISLATIVO 3 ottobre 2008 n° 160



LINKS ESTERNI

Istituzioni
UIL

Documentazione
Associazioni
In & Co2010 - © Consorzio In&Co (via Divisione Acqui, 131 - 41100 Modena)